Tel. (+39) 0144 323359

Il 91% dei professionisti IT hanno sperimentato almeno un downtime nel data center negli ultimi due anni

Callidus Pro IT Solutions > Sviluppo Web  > Il 91% dei professionisti IT hanno sperimentato almeno un downtime nel data center negli ultimi due anni

Il 91% dei professionisti IT hanno sperimentato almeno un downtime nel data center negli ultimi due anni

I downtime dei Data center rappresentano ancora una sfida difficile e costosa per le organizzazioni, in base ai risultati del sondaggio ai professionisti delle server farm americani condotto dal Ponemon Institute e sponsorizzato da Emerson Network Power, divisione di Emerson (NYSE:EMR) e leader mondiale nel massimizzare la disponibilità, la capacità e l’efficienza delle infrastrutture critiche. Il risultato è disponibile on-line (in inglese) contenente i risultati che riassumono le pratiche di questi centri di dati ad alte prestazioni e i risultati dello studio.

“Mentre le richieste di calcolo e la complessità dei data center continua ad aumentare, i downtime dei data center rimangono una minaccia significativa per le organizzazioni in termini di interruzione dell’attività, perdita di profitti e danni alla reputazione. Tuttavia, questo rapporto mostra che molte aziende sono più consapevoli delle cause di downtime e agiscono per ridurre al minimo il rischio”, ha detto Peter Panfil, vice presidente del business globale di Emerson Network Power. “Per esempio, i risultati dell’indagine mostrano che i centri di dati che fanno una priorità il ridurre al minimo il rischio di cadute e implementano le migliori pratiche, come ad esempio la gestione dell’infrastruttura del data center (DCIM) e il monitoraggio delle batterie, possono ridurre o virtualmente eliminare la frequenza delle tre cause principali.”

Questa è la seconda volta che Emerson Network Power sta lavorando con l’Istituto Ponemon per affrontare alla radice le cause e la frequenza dei tempi di inattività dei data center. Il primo studio, condotto nel 2010, ha rivelato che le organizzazioni sottovalutano l’impatto delle cadute nelle loro operazioni. La relazione di quest’anno, che analizza le risposte di 584 professionisti negli Stati Uniti legata al funzionamento di centri di dati, ha trovato che questo sta cambiando, e in qualche modo, la capacità di prevenire i downtime sta migliorando.

“Nessuna tecnologia o buona pratica da sola può eliminare completamente il rischio di cadute nel data center”, ha detto il Dr. Larry Ponemon, Ph.D., presidente e fondatore del Ponemon Institute. “Tuttavia, ciò che questo rapporto mostra è che con la distribuzione degli investimenti e risorse su infrastrutture tecnologiche migliori e la pressa di decisioni, le aziende possono ridurre drasticamente la frequenza e la durata delle cadute dei data center, che può potenzialmente costare a loro migliaia di dollari al minuto”.

No Comments

Post a Comment

Comment
Name
Email
Website

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il blog di #CallidusPro
ISCRIVITI ADESSO!

Unisciti agli oltre 2000 lettori del blog e ricevi contenuto esclusivo

Queste informazioni non saranno mai condivise con altre aziende

GRAZIE PER ISCRIVERTI!