Tel. (+39) 0144 323359

Progettare ed eseguire un backup, alcuni consigli

Callidus Pro IT Solutions > Sviluppo Web  > Progettare ed eseguire un backup, alcuni consigli
Backup dati

Progettare ed eseguire un backup, alcuni consigli

Un errore di sistema, un virus, uno zaino rubato o un semplice caffè rovesciato possono farci perdere tutti i dati presenti sul nostro computer.
L’importanza di mantenere i nostri file al sicuro, dal momento che “la nostra musica, le nostre foto e i nostri video sono spesso la rappresentazione fisica di alcuni dei nostri ricordi più belli.”
Per avviare il backup dei vostri sistemi, condividiamo con voi le domande da farsi prima dell’inizio dei lavori:

  • Eseguire il backup di quali dati? Un backup non è solo la conservazione indiscriminata di tutti i file di sistema, ma è importante, in qualche modo (almeno leggermente) per migliorare le informazioni selezionata, di decidere per quali informazioni è necessario disporre di una copia di backup. Per esempio, in una cartella di immagini non è lo stesso la foto di famiglia e dei bambini, che una cartella di sfondi. Probabilmente la prima di queste deve essere sottoposta a un processo di backup mentre la seconda può essere informazione che l’utente può fare a meno in caso di incidente, dovuto alla facilità con la quale può recuperarla.
  • Come fare un backup? In secondo luogo, è importante definire come verrà memorizzato il backup delle informazioni. Tanti sono i metodi e tecnologie disponibili per questo, e tra i più comuni possiamo citare quelli hardware, come usare i dispositivi USB (sia una chiavetta come un hard disk esterno), ottico (CD o DVD) e i sistemi “cloud”. Tutte queste possibilità sono fattibili, a seconda delle dimensioni del backup, i costi e di altri fattori, l’utente può scegliere quella più conveniente e più efficacie. D’altro canto, dal lato software, si potrebbe dire che in un’ambiente domestico la decisione più importante è se utilizzare una applicazione per questo scopo, oppure no. In molti casi, le attività possono essere eseguite manualmente di forma periodica.
  • Quando eseguire il backup? In terzo luogo, i backup devono essere eseguiti periodicamente, ma si deve definire la frequenza in cui verranno realizzati. Farlo tutti i giorni? Tutte le settimane? In termini generali, dipenderà da quanto spesso l’informazione viene modificata. Se abbiamo un file dove memorizziamo il percorso quotidiano di un progetto, ogni giorno probabilmente avremo bisogno di eseguire un backup. Per una cartella di immagini forse sarà necessario realizzare una copia di backup per il salvataggio delle nuove immagini, e così via a seconda dei casi.
  • A livello aziendale, si aggiunge una domanda, e non meno importante: chi eseguirà il backup? Ci sono aziende che hanno implementato sistemi di storage molto costosi (sia hardware che software), e tuttavia non sono stati utilizzati in quanto non è chiaro chi è responsabile di questo compito. D’altra parte, è importante notare che in questi ambienti commerciali, è necessario implementare un sistema di backup, come già detto, deve preferibilmente essere supportato in hardware o software progettati per questo scopo, come per esempio strumenti per eseguire backup incrementali per non memorizzare i dati di cui backup sono stati realizzati in precedenza, e quelli che non sono stati modificati dall’ultimo backup.

Elenchiamo dei suggerimenti per la realizzazione di un backup efficace:

  • Utilizzare un Hard Disk. Un consiglio sarebbe di utilizzare un hard disk esterno e non CD, DVD o alcune opzioni nel cloud, per questo processo, dovuto alla sua grande capacità di stoccaggio e di buon rapporto qualità/prezzo.
  • Utilizzare software specifico. Ma si chiarisce che non è solo hardware ma anche software, e si raccomanda di avere un programma di backup automatico, per aiutarci a evitare sviste ed errori durante il backup.
  • Effettuare più copie. Si consiglia di avere sempre diverse copie di backup – “una copia di backup di un backup di un backup”, per ridurre al minimo il rischio di perdere i nostri dati.
  • “Sallire” sulla nuvola. Nel processo di creazione di copie di copie si possono avere dei backup nel cloud, per accedervi da un PC, laptop, smartphone o tablet anche quando siamo lontani da casa.
  • Controllare che tutto funziona bene. Se il processo viene eseguito con uno specifico software di backup, questo registrerà tutti i problemi che abbiamo avuto così saremo sicuri che non perderemo nulla.

I backup sono parte delle misure correttive in materia di controlli di sicurezza, per cui vale la pena notare che la sua importanza è data dalla necessità di essere accompagnato da misure di prevenzione contro gli incidenti che minacciano i dati. Ad esempio, prima di una infezione ransomware, codice nocivo che blocca l’accesso ai file dell’utente e chiede soldi in cambio della restituzione, una copia di backup potrebbe essere molto utile per l’utente all’ora di recuperare le informazioni. Tuttavia, la presenza di software antivirus o altro provvedimento cautelare potrebbe impedire direttamente l’infezione e così anche i rischi associati di non avere tutte le informazioni necessarie sulla copia di backup.

No Comments

Post a Comment

Comment
Name
Email
Website

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il blog di #CallidusPro
ISCRIVITI ADESSO!

Unisciti agli oltre 2000 lettori del blog e ricevi contenuto esclusivo

Queste informazioni non saranno mai condivise con altre aziende

GRAZIE PER ISCRIVERTI!